Come si diagnostica la Vitiligine?

Come si diagnostica la vitiligine? Oggi vi spieghiamo come si effettua la diagnosi di vitiligine e cosa fare. Abbiamo già più volte spiegato in questo nostro sito che cos’è la vitiligine.

La diagnosi di Vitiligine è molto semplice, per il fatto che è visibile ad occhio nudo. Soprattutto quando la depigmentazione è molto estesa.
Il semplice esame obiettivo, ossia la visita specialistica con il Dermatologo, è sufficiente per effettuare diagnosi di vitiligine.

Diagnosi differenziale

Anche se a prima vista può sembrare molto semplice avere una diagnosi vitiligine, è sempre meglio contattare il proprio medico di fiducia.
Per avere anche una diagnosi differenziale. Potremmo infatti confonderla con delle patologie diverse che danno i medesimi sintomi.

Stiamo parlando ad esempio del piebaldismo, ossia una rara malattia autosomica dominanti. Anche in questa malattia possiamo avere delle zone iperpigmentate della pelle.

Solitamente all’altezza di tronco, testa, fronte, collo e a metà degli arti.

Altre malattie come il lichen sclerosus, l’ipopigmentazione post-infiammatoria, morfea, lebbra o pitiriasi alba possono, da un occhio meno esperto, essere confuse con la vitiligine.

Quindi la risposta a come si diagnostica la vitiligine è questa. L’esame obiettivo e la valutazione clinica sono fondamentali e sono lo strumento principali per la diagnosi della patologia.

In aggiunta viene consigliato, in alcuni casi specifici e su indicazione del Medico, il controllo dell’emocromo con formula della glicemia a digiuno.

Ed eventualmente anche il controllo della funzionalità tiroidea.

Dopo la Diagnosi

Una volta che il Dermatologo ha confermato una diagnosi di Vitiligine, verrà definito un piano di cura. Dove per cura, come vedremo nei prossimi articoli, non si intende la scomparsa definitiva e completa della vitiligine.

Si parla di un trattamento idoneo a migliorare, anche notevolmente la situazione, eliminando anche quello che è il forte disagio psicologico dovuto a questa patologia.

Uno dei trattamenti utilizzati è, ad esempio, la microfototerapia.

La vitiligine in ogni caso potrebbe anche presentarsi di nuovo e i cicli di trattamento andranno quindi ripetuti, per mantenere più volte nel corso dell’anno, la situazione sotto controllo.

Concludiamo qui il nostro articola su come si diagnostica la vitiligine e passiamo ad altri due articoli di cui vi lasciamo il link:

  1. Cause della vitiligine
  2. Trattamento della Vitiligine
Torna su